Top Social

venerdì 20 novembre 2015

La pace, le parole, i fatti e la coerenza, la responsabiltà personale

pace-parole-fatti-coerenza-responsabilita-personale

Pace, giustizia, lealtà e tante altre belle parole. In ideale, solo un ideale o sono parole che si mettono in pratica?
E come si mettono veramente in pratica?
E con chi si mettono in pratica? solo con chi è facile metterle in pratica, perchè ci va bene, o con tutti?
Le parole restano parole o si specchiano nella vita reale? ogni giorno, quotidianamente...dal negozio, all'auto, dal web alla strada?
Oggi parleremo di questo
Si sente sempre più parlare di tante belle parole: giustizia, bontà, equità, lealtà ecc ecc l'elenco è lungo.
Sono solo parole, molto spesso. Purtroppo.
Il perché? perchè spesso manca la pratica, e una conoscenza basilare, vediamo cosa.

Ieri ci è stata raccontata una storia, di quelle semplici, ma che arrivano dritte al punto.
Siamo intorno alla metà degli anni '70, un bambino face questo disegno.
Disegnò due bambini in una classe, lui e un vicino di banco, che si davano la mano.
E scrisse, più o meno, queste parole:
''Se io non vado d'accordo con il mio compagno di banco, come posso volere la pace nel mondo''
Lui ha capito tutto.
Se non si va d'accordo, cercando la pace con il vicino prossimo, con la persona vicina che incontri, come si puo parlare di pace nel mondo?
Come si puo cercare, pretendere la pace da una ipotetica persona che sta lontano, quando invece per primi alla persona che capita accanto non la pace non la si da?
Questa è pace come ideale, come bella parola, non come impegno, e serve a poco, se non a nulla.

Come si puo cercare la pace se si aggredisce il passante dell'auto vicina?
Come si puo millantare la pace se si aggredisce il prossimo, di idea diversa dalla propria, sui social?

pace-responsabilita-personale


A volte ci si trova davanti a discorsi di paladini dell'onestà, di giustizia, bontà, equità, della pace e di tante altre belle parole... che ritrovi un attimo dopo a fare la guerra a chi loro capiti a tiro -per interessi o ideali personali, o anche per banalità- o peggio alla prima occasione augurano il male al prossimo.
Questa è la pace? no! questa è la brutta copia della pace, una pace idealizzata e non concreta, fatta di immagine e comodità, non realtà.
Alzi il muro verso chi non la pensa come te, ancor peggio condannandolo magari, e cerchi la pace?
Bisogna avere il coraggio innanzitutto di combattere la guerra anche contro le proprie brutte abitudini, contro le proprie cattive inclinazioni.

la-pace-e-la-cerenza


Facciamo un altro esempio
Si scrive, si dice, si pensa che si vuole la 'pace', la gentilezza, la cordialità, a parole se ne è veramente convinti
Suona il telefono, è il 'disturbatore' che vuole vendere qualcosa
Suona il citofono, è il 'disturbatore' che vuole appioppare qualcosa, o vuole parlarci di ideologie diverse dalle nostre.

L'istinto qual'é? quello di riattaccare il telefono, senza dire una parola, o peggio di inveire contro questa persona che 'scoccia'.
Bene, ecco questa non è pace, non è cordialità, non benevolenza, non è giustizia.

Quello che leggevamo o di cui ci riempivamo la bocca pochi minuti prima -discutendone magari sui social- non è quello che si pensa veramente, perchè la pratica di vita ha smentito tutte quelle che si sono rivelate solo belle parole.


fatti-e-parole


Quale è invece il comportamento giusto, per avere coerenza di parole, di fatti e di realtà?
Si mantiene la calma, si ascolta cosa vuole l'altro che ci chiama a una risposta, e con gentilezza si risponde di conseguenza, se è possibile si spiega anche 'No grazie, non mi interessa, non sono interessato a queste proposte, ma la ringrazio, una buona giornata'.
Questa è gentilezza, questa è pace, e basta poco!

Le cose come stanno?
La pace non è essere benevoli solo con chi sta simpatico. E questa è la parte più dura, che fa desistere e restare parole quelli che dovrebbero diventare fatti.
La pace non è essere benevoli solo con chi non scoccia, fa esattamente quello che facciamo noi, si comporta come vorremmo che facesse.

La pace è tendere la mano anche a chi la pensa diversamente, perdonare chi fa del male, pensando che il male lo ha ricevuto per primo, altrimenti non farebbe certi gesti.

La pace non è condannare.

pensieri-sulla-pace






14 commenti on "La pace, le parole, i fatti e la coerenza, la responsabiltà personale"
  1. Bellissime queste parole, tutto verissimo!
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. hai ragione, si dovrebbe partire dal nostro piccolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si deve iniziare dalle piccole cose :)

      Elimina
  3. Condivido in pieno, se solo le persone fossero più gentili e rispettose dell'altrui pensiero vivremmo in un mondo migliore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la gentilezza è contagiosa, è spiazzante, è fortissima, mettiamola in pratica :)

      Elimina
  4. parole vere cara...
    Purtroppo però ci sono cose che non dipendono semplicemente dal nostro piccolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni goccia fa il mare :)
      si parte dal piccolo, da quello che si puo fare, dalle persone e dalle situazioni vicine, questo è l'impegno personale, vero e proficuo :)

      Elimina
  5. "Bisogna avere il coraggio innanzitutto di combattere la guerra anche contro le proprie brutte abitudini" parole sante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La guerra contro le proprie cattive abitudini, lotta dura e da fare ogni giorno

      Elimina
  6. Belle parole... soprattutto in questo periodo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) fermarsi a riflettere è importante, per cercare di capire, di analizzare, di dare un buon esempio

      Elimina

GRAZIE PER I VOSTRI COMMENTI

Custom Post Signature