Sanremo 2010, prima serata



Ieri sera si alzato il sipario sull'edizione 2010 del festival di Sanremo, edizione numero 60. La presentatrice unica è Antonella Clerici. Un festival giovane perchè molti sono cantanti freschi, ed alcuni provenienti anche da talent show, che ultimamente si stanno rivelendo prolifici di nuovi talenti.




Ieri i cantanti Big hanno scaldato le voci facendo ascoltare i loro brani. Antonella Clerici è sembrata bloccata, forse emozione, forse troppe direttive dai vertici, troppo rigida. Personalmente ho grande simpatia per Antonella, perchè nei suoi programmi è sempre simpatica, spigliata e naturale. Ieri sera pero non mi è piaciuta, ma speriamo sia stato solo un effetto emotivo. Una buona spalla l'avrebbe sicuramente aiutata nel gestire il palcoscenico, perchè ieri riempirlo da sola è stato davvero difficile. Gli spazi con Antonio Cassano non sono stati un granchè, d'altronde lui pero non si puo certo definire uno 'show man' adatto a manifestazioni di questo calibro, anzi ha dato del suo meglio.


Da una parte la poca incisività sul palco della conduzione, ha dato più spazio alla kermesse canora, alla musica ed alle canzoni. Infatti entro mezzanotte e mezzo la trasmissione si è conclusa, dando la possibilità a tutti gli artisti di esibirsi entro mezzanotte, finalmente un orario decente, per poter ascoltare bene tutti i brani prima di un abiocco da sonno.
I mie preferiti? senza dubbio Marco Mengoni, un vero aninale da palcoscenico che ha acceso la serata, dopo brani che sinceramente non mi sono piaciuti.
La scaletta della serata di ieri è stata
Irene Grandi - La cometa di Halley (Non mi è piaciuta, ne il suo look, nè la canzone, peccato perchè la sua ultima apparizione a Sanremo con 'La tua ragazza sempre' era bella)



Valerio Scanu - Per tutte le volte che Brano che ad Amici hanno acclamato come bellissimo, invece non mi è sembrato niente di che.



Toto Cutugno - Aeroplani (Il classico brano sanremese, che andavano di moda nel festival  fino a qualche anno fa)



Arisa - Malamorenò (Da risentire)
Nino D’Angelo e Maria Nazionale - Jammo jà (Il ritorno dei dialetti al Festival)



Marco Mengoni - Credimi ancora - La migliore canzone di questo festival, dopo l'ascolto dei precedenti brani ha dato una botta di energia. La voce, l'eccezionale presenza scenica di Marco Mengoni, grinta, energia e stile tutto in questa esibizione.
Simone Cristicchi - Meno male - Una musica trascinante ed un'energia trascinante quella di Simone cristicchi, con il ritornello 'dispettoso', spiritoso ed ironico su Carla Bruni e consorte. Travolgente



Malika Ayane - Ricomincio da qui Mi aspettavo molto di piu' da Malika Ayane, tralasciamo che la Clerici ha sbagliato la pronunicia del suo cognome tutte le volte, vabbè. ;) Dopo le belle canzoni che l'hanno portata al successo, e la voce particolare mi aspettavo molto di piu' rispetto ad un brano 'sanremizzato'. Da risentire.



Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici - Italia amore mio -



Enrico Ruggeri - La notte delle fate - Una bella canzone, con una bella musica ed un bel ritornello



Sonohra - Baby - La canzone sembra gia pronta e gia preconfezionata per le radio. Da loro mi aspettavo molto di piu', molto ma molto piu' incisiva 'L'amore è'



Povia - La verità. Si è presentato in scena con un look allucinante, un misto fra tazenda e Piero Peru primi tempi. Con capelli lunghi e scomposti, effetto sporco, collanone al collo e la sua mimica associata al brano faceva un po ridere. Nel complesso la sua immagine e gestualità distarevano dal brano.



Irene Fornaciari e Nomadi - Il mondo piange -
Bella voce quella della figlia di Zucchero, la presenza della voce del cantante dei Nomandi arricchisce il brano. Se fosse stata presente per tutta la canzone, sarebbe risultata sicuramente migliore.



Noemi - Per tutta la vita -
A X Factor non mi piaceva, il suo primo singolo Briciole non mi è piaciuto. Mi piace invece dal primo ascolto del singolo con Fiorella Mannoia, L'amore si odia, davvero una bellissima canzone, Confermo il mio apprezzamento per Noemi con questo brano che ha portato a sanremo.



Fabrizio Moro - Non è una canzone.
Troppa confusione, lo preferisco con 'Eppure mi hai cambiato la vita'



CONVERSATION

0 commenti:

Posta un commento

GRAZIE PER I VOSTRI COMMENTI

Commenta con Facebook

 id="fb-root"> 
Back
to top