Top Social

Featured Posts Slider

Image Slider

lunedì 8 febbraio 2016

Cannella, i saldi inverno 2016. Un cappotto che dura nel tempo per un acquisto di qualità

cannella saldi inverno

I saldi che ricordo essere stati i più convenienti sono quelli di Cannella.
Approfittare di acquistare qualcosa in saldo da Cannella, a mio avviso, equivale a fare un acquisto di qualità a un prezzo conveniente.
Made in Italy e in saldo, un binomio non da poco, che è sinonimo di un acquisto intelligente.
Al top dell'acquisto in saldo relativo al periodo invernale, metto in cima alla lista un bel cappotto: l'acquisto in un cappotto, di un soprabito, o anche di uno spolverino in saldo è un acquisto a lungo termine, specie se si scelgono modelli intramontabili.
Ho provato personalmente la qualità dei cappotti del marchio, e ne sono pienamente soddisfatta.
Vediamo qualche idea per chi ha in programma qualche acquisto che duri nel tempo?

Oggi sono stato in un bar, ho chiesto qualcosa di caldo e mi hanno dato un cappotto
(Groucho)

L’abito non deve appendersi al corpo, ma seguire le sue linee. Deve accompagnare chi lo indossa e quando una donna sorride l’abito deve sorridere con lei. 
(Madeleine Vionnet)

Il nero non passa mai di moda e permette di sfruttarlo in diverse occasioni.
Questo modello della foto ha un inserto in ecopelle ai lati, all'altezza delle spalle, personalmente non impazzisco per questi dettagli, ma è perfetto per chi vuole un modello non troppo formale, perfetto per tutti i giorni.
Mi piace molto, invece, il taglio  e la fila unica di bottoni.

Pied de poule, tante piccole 'zampette di gallina', un classico che va avanti da decenni, perchè non provarlo per un cappottino dalla linea pulita, che risalta la stampa in maniera inequivocabile.
La testimonial di questa campagna è Bianca Guaccero: la caratteristica dei volti che accompagnano le collezioni Cannella, è che siano donne italiane.
D'altronde lo slogan storico del brand è proprio
'Italiana come me'
cannella cappotto inverno 2016
bianca guaccero cannellacappotti cannella
martedì 2 febbraio 2016

Bundt Cake, la torta dalla forma raffinata

lemon bundt cake

La Bund Cake è una torta davvero bella da vedere, esteticamente gradevole nella sua semplicità: al primo sguardo sà di cose genuine, una piccola scultura fatta di farina e zucchero.

La caratteristica della Bund Cake è proprio la forma, e la differenza la fa proprio lo stampo in cui è cotta, sembra un grande budino. L'altra peculiarità è il buco al centro della torta, in poche parole potremmo definirla la versione avanzata del classico ciambellone.
Una torta alta ad anello, con delle bande laterali, delle creste, nella versione tradizionale.

Le Bundt Cake sono proprio della torte della tradizione ma che ho scoperto recentemente che hanno questo nome, proprio in occasione di un brunch con pietanze provenienti da paesi d'oltralpe.
Trovo che siano a metà strada fra le torte fragranti di campagna e le torte raffinate da alta pasticceria: la semplicità della ricetta associata a una presentazione che rende.

Le torte Bundt sono caratterizzate da una tortiera elaborata (Bundt Pan), con onde e movimenti,  che conferisce alla torta la particolare forma dello stampo: in questo modo le torte, una volta sfornate, hanno già la forma particolare e sono belle decorate naturalmente.

La lavorazione successiva quindi, per renderla ancora più bella da vedere, puo essere semplice.
Di solito vengono spolverate  con dello zucchero a velo, altre varianti fanno colare un po di glassa, dolci rivoli per un effetto glassato. Si puo aggiungere della frutta fresca per guarnire, o per diversificare si possono aggiungere ingredienti all'impasto- limone, cioccolato, panna, carote e tutto cio' che ispira la fantasia- in modo da renderla sempre diversa.




bundtcake
Un dolce originario di Germania, Austria e Ungheria, diventato così popolare che nel 1950, venne registrato con il nome, "pan bundt".


bundt cake bundt cake galleryromantic bundt cake

bundt cake  chocoloatebundt cake coffee bundt cake
bundt cake


photo credits
The Frosting The clever carrot Amy's Kay Kitchen Erin Made this Beard&Bonnet Donna Hay SpringleBakes 
Twal Dougherty


Scrivere per raccontare #storytelling


storytelling scrivere raccontando

Narrare, raccontare, storytelling, scrivere per raccontare.
Se dovessi dire oggi cosa è per me lo storytelling, come lo rappresenterei, un pensiero che mi viene in mente è quello di un nastro, si di un bel nastro in raso di seta.
Perchè il raccontare a volte è come un nastro, serve per raccogliere tutte le emozioni e tenerle insieme, come un in mazzo di fiori.
Tenere a mente, che poi è l'essenza dello scrivere, ma scrivere narrando serve per ricordare tutte le sfumature.

Scrivere per comunicare, scrivere per raccontare, unire le due cose e il connubio è ideale: scrivere per comunicare, raccontando. Un'abilità e un esercizio.
La narrazione che spesso preferisco è quella che ti da l'impressione di salire su una ruota panoramica, si sale, si scende, si fa la giravolta, e si vede un panorama bellissimo.
La narrazione che si fa perchè si è realmente convinti di quello che si dice.
La narrazione per scavare nelle cose.
La narrazione per veicolare dei messaggi.
Perchè ho voluto intraprendere questa strada, quella della narrazione (detta anche 'storytelling')?

messaggio storytelling

 Narrare per dare il proprio apporto, per dare un messaggio

Raccontare per veicolare un messaggio, per dare un qualcosa a chi legge. Una buona parola, un buon esempio, un insegnamento, un modo di vedere le cose.
Alla fine della lettura, chi legge deve aver ricevuto un qualcosa.

Leggere per trovare qualcosa di bello, qualcosa di vero, qualcosa da portare a casa.

storytelling
Narrare per dare concretezza e anche un'emozione

Come la ruota, quando sale e ci si trova in cima, da lì si gode il panorama, quella è la parte più concreta, potremmo dire che è la meta.

L'emozione si trova quando la ruota fa la giravolta, si prova un brivido, tutto è sotto gli occhi, ma c'è sempre la sorpresa dietro l'angolo.

Si fa un bel giro in ruota, è una bella esperienza (per chi non ha le vertigini) ma dà anche una piccola scossa, perchè non tutti i giorni si ci trova 'ad alta quota'.

romance pastel color
Narrare per far stare bene

Una lettura piacevole, un momento di evasione, una pausa rigenerante.
Leggere per il piacere di leggere, per sentirsi meglio, per avere una boccata di aria buona, oppure di colore in un momento normale.
Deve ritrovarsi il piacere della lettura, e non di un pezzo 'mordi e fuggi'.


storytelling
Narrare per raccontare il tempo

L'onda della memoria, per non perdersi.
Tanti piccoli appunti di viaggio, per non perdersi nel tempo.
Narrare per ricordare.
Narrare per fare il punto.
Narrare per fermare un qualcosa nel tempo e nello spazio.
Narrare per proiettarsi nello spazio.

Foto: Pixabay e Pinterest
venerdì 29 gennaio 2016

Sposami 2016, le storie [#story_wedding reportage]


Sposami 2016, il salone per gli sposi è stata una sorpresa e una bella esperienza, sono andata alla ricerca di storie da raccontare, per scoprire e riscoprire chi c'è dietro quegli stand sbrilluccicanti, dietro le trine e i merletti, dietro le rose e le peonie.
Se avete letto la mia anteprima, premessa doverosa e sunto alla fine di questo 'viaggio', avete già avuto modo di scoprire un po quello che è successo, le prime impressioni a caldo di questa maratona per sognatori. Adesso passiamo alle prime storie.


marco strano catania

Marco Strano, fashion designer
Persona che rientra nella mia lista personale di ''persone in sintonia, che ho scelto con perizia, fra tante, qualche anno fa''. Una garanzia in poche parole, per me.

Lui disegna abiti, e sceglie e propone tessuti che sembrano uscire un po da una fiaba e un po (forse sarebbe meglio dire soprattutto) dalle belle sartorie 'di una volta', quando ancora si teneva alla 'stoffa buona', quella che fa rima con qualità, con storia e con tradizione.

Chantilly francese, organza di seta, nuvole di stoffe soffici soffici (per davvero) e belle belle, per costruire 'l'abito importante'.
 Modelli 'fatti su misura', ma veramente... che cosa vuol dire? che il tuo abito è solo tuo, non per senso di 'possesso' (è mio e basta, no non parliamo di questo) l'abito è tuo e basta perchè è pensato e realizzato per come lo immagini da sempre o per come lo vorresti, e per come te lo senti addosso.

Si prova un pizzo, ne scegli un altro, preferisci l'abito con la manica, costruiamo la manica, un abito leggero..tutto per come si desidera.
Un abito con una storia, che si vede avanzare pezzo dopo pezzo, passo dopo passo.
La caratteristica di Marco è la pazienza, oltre alla discrezione e al saper dire le cose in maniera garbata, per consigliare un risultato armonico: le belle sorprese con lui sono dietro l'angolo.

Marco, 'l'amico delle spose', una persona che dapprima costruisce l'abito e poi te lo ritrovi come persona che gioisce insieme a te.
La sua discrezione, la sua risolutezza, la sua pacatezza, il suo garbo, il suo buon gusto sono il contorno ideale per una scelta d'abito fatta con la testa e (specialmente) con il cuore.

marco strano fashion designer

abito rosa primavera


merola home sposami catania

Dina Sparacino, Merola Home

Questa foto si intitola 'nel tuo mondo', variata poi per dovizia di particolari 'Dina nel suo mondo', con sottotitolo della protagonista 'il mio mondo che mi fa stare bene'.
Dina è l'esempio ufficiale delle storie belle che volevo sentire in fiera.

Ho conosciuto Dina al salone, non c'eravamo mai viste, e siamo entrate fin da subito in sintonia,  accomunate dal buon gusto per le cose belle, le romanticherie e per le cose buone della vita.
Ci siamo trovate d'accordo su un punto per me fondamentale; 
Che nella vita ci devi mettere cuore, non c'è altro modo per viverla bene: con gentilezza, garbo e simpatia.
Persona risoluta, dal piglio deciso ma di dolcezza, persona d'esperienza, che mi ha raccontato il bello del suo lavoro.
Consigliare i giovani sposi, per 'vestire' la casa con gusto, per viverla bene, il suo volerli guidare per mano nel mondo del ben ricevere: che non si deve mangiare solo per sfamarsi, fare le cose perchè si devono fare, ma cercare il bello delle piccole cose quotidiane, grazie a piccole attenzioni, ogni giorno. 
Non solo giovani sposi nel lavoro di Dina, ma anche clienti di diverse età, e vorrei farvi vedere il suo sguardo e la sua soddisfazione quando me ne parlava, clienti che diventano storie, che diventano amici (perchè se ci si trova a proprio agio, non è una casualità, ma affinità).

Al suo fianco Noemi, (non abbiamo foto)  che ho conosciuto sempre in fiera, presente per il suo lavoro presso Ikebana ricevimenti. Una persona molto dolce, garbata, ma con carattere.
Racconti personali, fra ricordi, fra passato e presente nelle belle chiacchierate fatte nei giorni di salone, e a fine fiera con lei uno di quei saluti da ''ultimo giorno di viaggio'', quando sei stato bene in compagnia di chi ha fatto parte di questa esperienza, e un arrivederci.

home decor cristalli

home style

''Aria di Bianco'' da Coin Casa

coin casa aria di bianco 2016

''Aria di Bianco'' da Coin casa, e possiamo anche dire anche tanta aria di colore, uno stile romantico, colorato e contemporaneo, per vestire la casa di nuovo, a prezzi interessanti (cosa che non guasta, anzi al contrario)
Una selezione speciale selezione di articoli di qualità, con sconti fino al 50%!
Ogni ambiente della casa rispecchia il fil rouge della collezione, dalla cucina alla camera da letto, 
Colori, fantasie printemps e romanticismo, questi sono i temi della collection.
Vi faccio vedere quello che mi è piaciuto maggiormente, la mia selezione personale, di questa collezione.

Le tinte pastello

Irresistibili colori pastello, abbinati a piacere a stampe fresche, sembra di uscire da un giardino fiorito: un anticipo di primavera, di verde e bianco e di tinte acquerello.

coin casa sconti

. I colori accesi e le farfalle
Per chi preferisce il colore vivace, la fantasia di farfalle è un classico che resta nel tempo, abbinato a colori pieni e caldi, dei tessuti in tinta unita.

coin casa biancheria

In cucina romantiche fantasie
Fantasie di fiorellini di campagna, come nelle tipiche cucine country style in versione romantica, atmosfera quasi campestre per l'ambientazione: la delicatezza delle stampe qui la fa da protagonista.
Le tende con merletti completano per dare quel pizzico di retrò.

coin casa cucina

coincasa stile romantico

In bagno colore a profusione
Ritroviamo le farfalle sui teli da bagno e gli asciugamani, colori accesi, da alternare alle classiche righe  nei toni del mare.
Il tocco in più ad effetto? una tela dipinta a mano appesa alla parete, senza cornice, come un dettaglio casuale ma che casuale non è, per ricreare un ambiente accogliente e familiare, come quello delle case di campagna.

coin casa bagno rosa

coin casa bagno