mercoledì 28 gennaio 2015

Inverno tempo di introspezione


In fondo è l'Inverno il vero tempo del cambiamento, quando dietro a un cielo azzurro, nel freddo, si stagliano le sagome dei rami degli alberi, in attesa di una nuova primavera.
Questo è il mio pensiero sull'Inverno.

Avete presente quel cielo terso alla sera, di un azzurro che va sfumando, sublimando tutti i contorni, facendoli apparire nella loro autenticità? I rami degli alberi spogli si stagliano su questo cielo, i rami sono nudi, la natura si mostra nella sua essenzialità. Niente fronde, niente fiori, solo l'essenza della pianta.

L'essenzialità, andare all'essenzialità, essere portati al centro, verso l'essenzialità.

Questo è l'Inverno, questo ci dice l'Inverno, questo è l'invito dell'Inverno: andare all'essenzialità.

In Inverno la notte è lunga, dura di più, il buio concilia i pensieri, la sera scende quella voglia di raggomitolarsi su sè stessi e sui propri pensieri

Andando avanti, dopo le lotte con il freddo, con il silenzio, con la solitudine, con il buio, pian piano appaiono le prime gemme, che sono foriere di nuove promesse: sono le basi su cui si dovrà poggiare la nuova, rigogliosa stagione.

Il buono, il bello, è fatto di prove, di rinunce, di passi, di riflessione, di introspezione.
Di calore e di sobrietà.
Di stare dietro alla finestra, di pensieri da elaborare, di distacchi, di ombre e di luci.

Solo svuotandoci, saremo riempiti.

martedì 30 dicembre 2014

Affetto, progetti, relazioni




"Affettività, progettualità, relazionalità. Devono esserci questi requisiti nei rapporti.
Ci deve essere apertura al prossimo, alle novità, voglia di fare, di accogliere.
Una bella omelia, ascoltata domenica scorsa, mi ha fatto riflettere.
Nelle relazioni interpersonali, tutti questi elementi, per me sono essenziali.

La progettualità, la voglia di fare delle cose insieme, di pensarle, di pianificarle, progettarle, organizzarle, la voglia di cercarsi.
Si deve sognare insieme, e insieme mettersi all'opera.
Si deve progettare per fare. Se è bello progettare, è ancora più bello poter realizzare, e metterci l'impegno insieme. Si deve progettare e poi fare, le chiacchiere devono essere concrete, per gioire del risultato del progetto.

L'affettività è un qualcosa che puo esserci anche senza sentirsi, senza vedersi, senza parlarsi, è l'affetto incondizionato che si ha per delle persone, con cui si è condiviso qualcosa: che sia un pezzo di strada adesso lontano, o che sia tanta strada percorsa e che ancora percorriamo affettuosamente insieme. Se la persona adesso è distante, l'affetto rimane ormai romanzato, il sentimento è di nobile memoria; se la persona cammina ancora sulla nostra strada, allora l'affetto è dimostrato e vivo.

martedì 23 dicembre 2014

L'albero di Natale, simbolo religioso



Ogni giorno si impara qualcosa di nuovo, in questo tempo di Avvento, grazie all'informazione divulgata da due bravissimi sacerdoti, ho imparato il vero significato dell'albero di Natale: è un simbolo cristiano.
Da adesso, quando chiunque si avvicinerà tacciandoci di preparare un simbolo pagano, nel contesto di una festa legata alla fede, sapremo tutti come e cosa rispondere.
Dopo aver visto il profondo significato della 'Corona dell'Avvento', stavolta conosciamo il vero significato, la storia e la tradizione dell'albero di Natale.
.
Non molti, nemmeno fra i cattolici, conoscono il vero significato di un simbolo che è in molte case, messo più come 'addobbo', per ricreare l' 'atmosfera natalizia' che per altro, invece come vedremo anche questa volta c'è molto di più; al contempo ci sono molti che dicono 'si al presepe', chiaro simbolo della Natività, e 'no all'abero', perchè in dubbio che sia un simbolo non adatto.

martedì 16 dicembre 2014

La Corona dell'Avvento, non è solo un addobbo: il significato

corona avvento

L'Avvento è un tempo di attesa, attesa della nascita di Gesù: questo è quello che si deve tenere a mente, altrimenti è come 'fare festa senza il festeggiato'.

L'Avvento è tempo di riflessione, tempo di gioia, tempo di speranza, di penitenza, di conversione, di preghiera, di buoni propositi.
Quello che si chiama 'tempo forte'. La 'Corona dell'Avvento' è un simbolo di questo periodo che stiamo vivendo, la conoscete? Forse avete avuto modo di vederla fra i tanti 'addobbi', ma non si conosce bene il suo significato, e soprattutto il suo profondo valore. Scopriamolo insieme.

Come vedremo non si tratta di un 'mero addobbo', la Corona dell'Avvento è molto, ma molto di più.
La 'Corona dell'Avvento era simbolo pagano, divenuto poi cristiano, come simbolo dello scorrere del tempo: scandisce infatti il tempo dell'attesa della venuta di Gesù Bambino.
 Il suo scopo è quello di annunciare l'avvicinarsi del Natale, e prepararsi a questo importante evento.

Il Natale 2014 da Ikea



Il Natale è festa di calore, di casa, di spiritualità.
Ikea propone sempre un Natale che sa di 'casareccio', pur essendo una multinazionale, dà modo di scoprire e riscoprire tradizioni lontane e vicine.
Gli addobbi, i decori, l'atmosfera 'nordica' ricorda camini a legna scoppiettanti, mentre attorno ci sono tavole da imbandire, biscotti da preparare e nell'aria si respirano profumi di arancia e chiodi di garofano. Non dimenticandosi dei 'gatti di Santa Lucia', deliziosi pani dolci tipici della tradizione svedese, morbidi, soffici e dorati, al gusto di zafferano, con uvetta

Le decoarazioni di Ikea, mettono voglia di 'mani in pasta' anche a chi non è un asso in cucina, fanno 'casa', fanno 'famiglia', le luci ci ricordano che il Natale, la Nascita di nostro Signore è vicina.
.

LinkWhitin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...