Dolce & Gabbana Spring Summer 2014 la sfilata, un Inno alla Primavera e alla Sicilia Antica



La sfilata Spring Summer 2014 di Dolce & Gabbana, è stata un vero e proprio 'Inno alla Primavera'.

Floral dress, mandorli in fiore, petali tridimensionali e in stampe, tutto il bello della natura che si risveglia.
Già dall'invito alla sfilata, si preannunciava una collezione delicata, caratterizzata dai primi timidi colori di primavera: le prime corolle sugli alberi, quando le giornate si cominciano ad allungare e i timidi raggi di sole invitano ad uscire.
La Sicilia ancora protagonista, stavolta con la sua storia,.
Il connubio è servito, la Famosa Sagra del mandorlo in fiore, è un appuntamento importante, che si tiene proprio nella cornice dei Templi di Agrigento, appena inizia la fioritura.

Ancora una volta Dolce & Gabbana va oltre. La moda che è cultura, la moda che è arte, la moda che è storia, la moda che si ispira alla natura.

Stavolta sono protagonisti i fiori, nelle loro versione più femminile e romantica (per cio che concerne il legame moda-natura, non possiamo dimenticare le stampe vegetali della collezione spring summer 2012..), la Sicilia con la sua storia millenaria.

A voi queste due prime tendenze
Presto vederemo le monete, grande cult della moda della prossima stagione, i pois, sprazzi di rosso, il Barocco, l'oro, e due ever green per il marchio, l'immancabile stile retrò anni 40, e il nero-&-pizzo, ormai due must di Dolce & Gabbana


 






Photo: Yannis Vlamos / Indigitalimages.com

CONVERSATION

7 commenti:

  1. questa collezione mi piace da morire
    una delle più belle dell'ultimo periodo di sfilate!

    Diamanti Sul Sofà

    RispondiElimina
  2. Ancora devo vederla ma da queste foto è meravigliosa!

    RispondiElimina
  3. Amore profondo per questa collezione. L'abbiamo guardata insieme e sai che ho avuto una crisi da sindrome di Stendhal...

    The Style Avenger

    RispondiElimina
  4. Stupenda, sognante, romantica. E' così che li vogliamo vedere!

    RispondiElimina

GRAZIE PER I VOSTRI COMMENTI

Commenta con Facebook

 id="fb-root"> 
Back
to top