Vento Cavaliere protagonista dell'estate strettese

Vento Cavaliere ed estate strettese


Vista del mare a Sant'Alessio Siculo

Di solito quando vado al mare e guardo l'orizzonte mi ritrovo a fissare le onde, anche deboli, che si infrangono sulla spiaggia. 

Il loro moto è sempre frontale, e la loro fine è inesorabilmente davanti al mio sguardo.

Vi è mai capitato di vedere le onde che camminano in obliquo o quasi parallele alla costa?


A me si, e sapete dove?

A nord della costa jonica siciliana, precisamente a Sant'Alessio Siculo, o anche a Santa Teresa di Riva.

Questo succede perché in quelle zone si innescano correnti legate allo Stretto di Messina.

Un po' come se tutto il Tirreno cercasse di entrare in quello spazio tra Sicilia e Calabria creando un gioco di pressione e canalizzazione fisica.

Le correnti ed il moto ondoso sono spesso orientali e ti spingono inesorabilmente verso sud o sud ovest.

Il mare di Sant'Alessio Siculo

Troppe volte mi ritrovavo lontanissimo dall'ombrellone senza di fatto accorgermene, e volendo nuotare la fatica giungeva prima del solito.

Le correnti sono accompagnate dal vento che spesso spira durante la mattina fino al tardo pomeriggio, e viene chiamato in queste zone Vento Cavaliere.

Come nasce?

Apparentemente è un vento di Grecale, quindi esistente in tutta Italia, ma in questo luogo è chiaramente il frutto di un gioco alle basse quote dei venti che entrano nello Stretto di Messina, e grazie all'opposizione forzata dei Monti Peloritani e dell'Aspromonte acquistano velocità e direzione caratteristica sullo Jonio.

E' chiaro che una volta costretto dalla geografia, o meglio dall'orografia del territorio, egli sfoga, se così si può dire in quello che conosciamo come Vento Cavaliere.

Elaborazione venti di Centro Meteo
Si nota dall'elaborazione di Centro Meteo l'accelerazione del vento poco dopo lo Stretto di Messina

Detto questo si nota sempre un mare increspato e vivace, con appunto onde oblique o addirittura quasi parallele alla costa.

Il vento una volta uscito dall'imbuto costrittore che le montagne siciliane e calabresi formano sullo Stretto acquista velocità e regala sulle località costiere soggette, un clima meno caldo e più fresco.

Senza di esso la costa sarebbe molto più afosa.

Senza lo Stretto di Messina non credo che esisterebbe l'effetto benefico di questo tipo di vento sulle località costiere.

Leggi anche il nostro articolo: Cartoline di Modica

CONVERSATION

0 commenti:

Posta un commento

GRAZIE PER I VOSTRI COMMENTI

Back
to top